privacy policies

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK |

frase

"Il desiderio di scoprire,la voglia di emozionare,il gusto di catturare:3 concetti che riassumono l'arte della fotografia "(Helmut Newton)

VOTAMI

web

Chi sono

Non sono fotografa,ma voglio condividere con voi foto,video,slide mie e di amici.Buona navigazione nel mio blog!

24 dic 2016

Andrea Bocelli - Silent Night

NO AI BOTTI

No ai botti : ecco cosa fare


Purtroppo con l'avvicinarsi delle Feste di fine anno, i botti o i fuochi d'artificio poi, sono una piaga che fa spaventare i ns amici animali e  non solo i cani.... comunque qui sopra nel grafico trovate utili consigli per il vs cane se ha paura. Io aggiungo anche di tenere accesa la tv o una radio possibilmente con programma musicale (no programmi col conto alla rovescia che poi fanno i botti pure lì) per 'coprire' il rumore degli spari!
Come lo scorso anno anche quest'anno c'è Kim che dice " no ai botti" !!! 
Se partecipate anche voi a questa campagna di sensibilizzazione apponendo la foto di Kim nel vs. blog avvisatemi che vi inserisco nell'elenco dei blog aderenti.

11 dic 2016

Val Resia (GoPro Hero 4 + Phantom 3 Pro)

Mount Musi - West Peak (GoPro Hero 4 + Phantom 3 Pro)

Il monte Musi cima ovest (1866 m), fa parte del Parco Naturale Prealpi Giulie.
A causa della particolare conformazione orografica e della esposizione alle correnti umide provenienti dal Mar Adriatico, la zona è caratterizzata da un'elevata piovosità; su tale cima infatti si rileva il massimo valore pluviometrico della regione e uno dei più elevati d'Italia (valori medi superiori a 3000 mm annui).
Per me è stata una mattinata molto fredda a causa del forte vento in cima, ma lo spettacolo paesaggistico offerto da tale monte, una volta raggiunta la cresta e attraversato il breve tratto in ferrata, è tale da essere meta obbligatoria per un escursionista che ama la montagna.

26 nov 2016

Oggi questo blog compie 1 anno

Oggi questo blog compie un anno,grazie a tutti i visitatori e commentatori.Sono contenta perchè mi                             ha dato molte soddisfazioni ,ma vorrei più visitatori e commenti.

02 ott 2016

chiara bianco pittrice: PRIMO GRANDE CONCORSO CHIARA BIANCO ARTISTA!



artista  con origini Alta Val Torre (UD)

chiara bianco pittrice: PRIMO GRANDE CONCORSO CHIARA BIANCO ARTISTA!: PRIMO GRANDE CONCORSO CHIARA BIANCO ARTISTA! Vuoi vincere un ritratto per te o da regalare ai tuoi amici, magari per Natale? Segui ques...

24 ago 2016

Santa Maria Assunta-Vošnica a Villanova delle grotte/Zavarh

AVVISO

dal web

Per partecipare al dolore delle genti colpite stanotte dal terremoto fino a domani non posterò nulla.Invito gli amici a fare lo stesso.Il Friuli è particolarmente vicino alle popolazioni colpite dal sisma.Condividete,grazie !!!

Dal blog del Cavaliere i numeri utili http://websulblog.blogspot.it/

03 ago 2016

La produzione del Parmigiano-Reggiano- video

Tutto quello che non sapevate del Parmigiano-Reggiano e avreste sempre voluto conoscere:
- la produzione: la lavorazione dalla frantumazione del caglio alla sistemazione nelle forme;
- la rintracciabilità: dall'identificazione del latte di produzione alla classificazione delle forme;
- l'automazione: i macchinari utilizzati per la produzione e la rifinitura delle forme.L'importanza di tanti piccoli e grandi passaggi che porteranno alla produzione della forma del rinomatoParmigiano-Reggiano!

29 lug 2016

In cammino da Breuil - Cervinia al lago Goillet (2.516 s. l. m.) - Valle...

Il lago Goillet (2.516 s.l.m.) è un lago artificiale che si trova sopra Breuil-Cervinia, in Valle d'Aosta e in cui si specchia, con l'imponenza dei suoi 4.478 m, il Cervino. 
La diga che sbarra il lago è stata costruita grazie alla piccola ferrovia che da sopra Les Perrères arrivava proprio al lago. Oggi rimangono solo i binari.
Il lago serve per la produzione di energia idroelettrica e per l'innevamento programmato delle piste

VISITATE IL CANALE DI Rigel 2011-Grazie

23 lug 2016

Mulino e battiferro Martinig - Cepletischis

Il mulino della famiglia Martinig macinò granoturco e frumento fino al 1970 circa, vicino a questo venne costruita un'officina di battiferro. Delle due attività si occuparono i fratelli Martinig, Giovanni il mugnaio e Luigi il fabbro. Recentemente le due strutture sono state ristrutturate dalla Comunità Montana del Torre, Natisone e Collio.(informazioni desunte dal documento di Barbara Cernetig)      Grazie Mariutine di Sanvit!!!

20 lug 2016

Lago Blu - Cervinia (Valle D'Aosta)

Il Lago Blu è un lago che si trova poco sotto Breuil-Cervinia, in Valle d'Aosta. 
Il vero nome è Lago Layet, ma viene chiamato Blu perché sul fondo del lago alcune alghe riflettono queste sfumature di colore. In esso inoltre si può vedere specchiarsi il Cervino.

06 lug 2016

04 lug 2016

Pozdravljena soseda - Vlado Kreslin e Antonella Ruggiero

Vlado Kreslin (Beltinci29 novembre 1953) è un musicista e compositore sloveno, fino al 1991 jugoslavo.Vlado Kreslin nasce nel piccolo paese di Beltinci, nella regione dell'Oltremura (Prekmurje in Sloveno), all'epoca parte della Jugoslavia. Comincia la sua carriera di musicista nel 1970, ancora da studente, come batterista del gruppo Apollo. Successivamente, nel 1973, suona col gruppo Band Špirit di Murska Sobota e quindi dal 1975 al 1978 con gli Horizont di Lubiana.
La svolta alla carriera per Vlado Kreslin arriva quando entra a far parte, come cantante, del gruppo rock dei Martin Krpan, coi quali suonerà dal 1983 al 1991. Da lì in poi si dedica quindi alla carriera solista e da compositore, alla riscoperta della musica folk della sua terra, l'Oltremura, con la collaborazione della Beltinška Banda (Banda di Beltinci), gruppo storico del suo paese, composto da veri e propri musicisti veterani, il cui membro più anziano, il contrabbassista Jouzek è nato nel 1905. In seguito Kreslin continua la contaminazione tra suoni rock e folk tipici della tradizione slovena e balcanica, accompagnato dalla fidata rock band dei Mali Bogovi (Piccoli dei), diventando uno degli autori più apprezzati e di maggior successo inSlovenia.
La Beltinška Banda ed i Mali Bogovi continuano ad alternarsi sul palco insieme a Vlado Kreslin durante i suoi concerti, in particolare durante il periodo natalizio quando per tre sere, da vent'anni a questa parte, deliziano i propri fan al Cankarjev Dom di Lubiana, un appuntamento ormai diventato un classico della stagione invernale della capitale slovena.
Nell'ottobre del 2010 esce il suo ultimo disco Drevored (in italiano Viale) che contiene anche una cover in sloveno del celebre brano Podmoskovnye večera (Podmoskovski večeri in sloveno) di Vasily Solovyov-Sedoi e Mikhail Matusovsky.Numerose le collaborazioni con artisti sloveni quali il gruppo rock Siddharta, Gal Gjurin e Severa Gjurin del gruppo Olivija e la cantante e pianista Neisha. Celebre il trio formato con Pero Lovšin e Zoran Predin in occasione della storica qualificazione della Slovenia al Campionato Europeo di Calcio del 2000, per il quale i tre celebri cantautori composero e cantarono l'inno della Nazionale di calcio della Slovenia.
Non mancano collaborazioni anche con noti artisti internazionali del calibro dei R.E.M.Allan Taylor ed Hans Theessink.
Kreslin si è reso partecipe di altre interessanti collaborazioni con artisti dei Paesi e regioni confinanti la sua Slovenia, quali Gabriella Gabrielli, cantante dei Zuf de Žur (Friuli Venezia Giulia), Etnoploč (Friuli Venezia Giulia - Slovenia),Livio Morosin (Istria), Lidija Bajuk (Međimurje) ed altri artisti dell'area balcanico-mediterranea come Beppe GambettaVlatko StefanovskiRade ŠerbedžijaVlada DivljanArsen DedićMario IncudineLucilla Galeazzi ed i rifugiati bosniaci Vali. Gran parte di queste collaborazioni hanno preso forma nell'album Muzika del 1998. Nel 2015 ha collaborato con Antonella Ruggiero.fonte:https://it.wikipedia.org/wiki/Vlado_Kreslin

    Straordinario documentario sulle vipere del Parco naturale delle Prealpi Giulie

    01 lug 2016

    Kizoa Movie e Video Maker: Pillole per la calma

    Triglav - Tricorno

                                                 Stemma della Slovenia con il Tricorno
    Il Monte Tricorno (in sloveno Triglav) con 2.864 m è la più alta cima delle Alpi Giulie e della Slovenia, di cui è monumento nazionale. Per la geografia fisica, costituisce il saliente alpino nord-orientale della regione fisica italiana.Il nome deriverebbe appunto dalla sua forma a tre punte (Triglav significa "tre teste") visibile dalla valle di Bohinj. Tuttavia, Julius Kugy afferma che le tre punte non sono assolutamente riconoscibili, dato che la cima appare più come un largo duomo collegato tramite un ponte naturale alla cimetta a fianco (il Piccolo Tricorno" o Mali Triglav).
    Julius Kugy invece attribuisce il nome al dio slavo a tre teste, Triglav appunto (da tri, tre, e glava, testa), signore dell'aria, dell'acqua e della terra, nonché padre dei fulmini, che secondo le leggende aveva un trono sulle nubi o sugli alti monti[2]. A sostegno di questa tesi, Kugy riporta il fatto che nessuna delle spedizioni sul Tricorno parla mai di tre cime, ma sempre della via attraverso il Mali Triglav verso la vetta principale.
    Il nome Triglav, tra l'altro, compare piuttosto recentemente, solo a partire dal 1840, ed è quindi collegato al "rinascimento" dell'identità slovena; nei documenti antichi compare sempre la formaTerglau, Terglou o Terklou, che rimane ancora nel dialetto, di cui la forma "Triglav" è la versione dotta o scritta.Il monte si trova nel mezzo del parco nazionale omonimo; ai suoi piedi si trovano le sorgenti di uno dei più importanti affluenti del Danubio, la Sava e quelle dell'Isonzo che invece sfocia nelmare Adriatico. Sulla sommità del Tricorno dal 1895 si trova un caratteristico bivacco chiamato Aljažev stolp (torre di Aljaž).
    Il monte è diventato un simbolo dell'identità slovena, è rappresentato in forma stilizzata nello stemma nazionale, nella bandiera e nella moneta slovena da 50 centesimi di euro; inoltre secondo la tradizione ogni sloveno almeno una volta nella vita dovrebbe salire sulla cima del Tricorno.
    Dal 1919 al 1943 era il monte più alto della provincia di Gorizia ed era al confine con il Regno di Jugoslavia.La vetta fu raggiunta la prima volta, dopo un tentativo fallito nel 1777, il 26 agosto 1778 da Luka Korošec, Matija Kos, Štefan Rožič e Lovrenc Willomitzer, su iniziativa del naturalista Žiga Zois e del professore universitario Belsazar Hacquet.A partire dal 2007 il monte è ritratto sulla moneta da 50 centesimi di euro della Slovenia assieme alla costellazione del Cancro
    .https://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Tricorno

    24 giu 2016

    RIVES DU LEZ

    Grazie Elio!!

    PORTATE IN VACANZA CON VOI IL VOSTRO AMICO A 4 ZAMPE

    Carissimi amici e amiche
    vedendo dalla cara Fiore questo speciale
    post,  ho voluto partecipare a questa
    iniziativa, credo che tutti voi sarete con me.
    http://okanimali.blogspot.ch/
    Molti stanno preparandosi per le 
    vacanze, mi raccomando portate con voi
    il vostro amico fedele che non vi abbandona
    mai! 
    Lui  vi dedica tutta la sua vita!
    da https://tomaso-passatoepresente.blogspot.it/2016/06/carissimi-tutti-arriva-le-vacanze.html
    Buone vacanze a tutti e buon divertimento!

    bardo-lusevera-news e dintorni: Kizoa Movie e Video Maker: Vecchie case della Ben...

    Kizoa Movie e Video Maker: Flora del Gran Monte

    Simon e il Kitesurf

    23 giu 2016

    Web sul blog: Come aggiungere un blog a Feedly

    post condiviso
    Web sul blog: Come aggiungere un blog a Feedly: In queste settimane ci sono problemi con i widget ufficiali di Blogger per seguire gli aggiornamenti dei vari blog. Esistono molti serviz...

    31 mag 2016

    FRASE

                                 
                      Fotografare è cogliere attimi felici da ricordare.
    La Livenza a Sacile

    Frase di Pennac

    Ho fatto delle foto.Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare.Per non smettere di guardare.
    Daniel Pennac